LA TASSA SULLE RENDITE FINANZIARIE PASSA DAL 20 AL 26%

E’ da poco entrato in vigore l’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie, che passerà dal 20% (soglia innalzata dal governo Monti nel 2012, passando dal 12,5% al 20%) al 26%. Il nuovo aumento dell’aliquota è stato deciso dal governo presieduto da Matteo Renzi per andare a coprire il finanziamento previsto dal decreto Irpef che porterà nelle buste paga degli italiani, con reddito inferiore a 26.000 Euro, un aumento di circa 80 Euro. La tassazione interessa i redditi da capitale come dividendi, cedole e interessi di conti correnti, depositi bancari e postali, oltre ai redditi derivanti da obbligazioni e cambiali finanziarie maturati dal 1 Luglio 2014. Anche il risparmio gestito (fondi comuni, gestioni patrimoniali) sarà interessato mentre non cambierà nulla per i titoli di stato e titoli equiparati per cui l’aliquota rimane ferma al 12,5%. Fino al 30 settembre sarà possibile svincolare i capital gain maturati su strumenti finanziari presenti su un certo conto titoli al 30 Giugno: solamente i capitali realizzati oltre tale data verranno tassati al 26%.

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2014/7/3/TASSA-SULLE-RENDITE-FINANZIARIE-L-aliquota-sale-al-26-ecco-come-funziona/511748/