I dati della produzione industriale in Italia

Secondo i più recenti dati forniti dall’ISTAT, la produzione industriale nel nostro Paese ha subito una nuova contrazione, andando così a sfatare le previsioni stilate dagli analisti, i quali sostenevano che si sarebbe verificato un piccolo aumento dopo i cali registrati a settembre. Infatti la variazione congiutturale (ovvero il valore registrato rispetto alla rilevazione precedente) è diminuita dello 0,1% mentre quella tendenziale (il valore comparato a quello rilevato nello stesso periodo dell’anno precedente) del 3%. Solo nei primi dieci mesi dell’anno la produzione è scesa dello 0,8% interessando ognuno dei principali settori delle industrie come beni intermedi (-4,2%), beni di consumo ed energia (-3,8%) e beni strumentali (-0,7%). Nel mese di Ottobre si sono rilevati dati positivi solamente per il comparto dei beni strumentali (+1,2%) e dei beni di consumo (+0,3%). I settori che hanno fatto registrare gli aumenti tendenziali maggiori sono quelli della fabbricazione di mezzi di trasporto con un +4,3%, computer, prodotti ottici e prodotti elettronici con il 4,2% mentre le altre industrie manifatturiere, comprensive delle industrie impegnate in riparazione ed installazione di macchinari, con un +1,6%. Tra le peggiori si registrano invece le aziende impegnate nella produzione di apparecchiature elettriche e per uso domestico con il valore record di -16,5%, le industrie per le produzioni farmaceutiche di base e preparati con il -14,9% e infine coke e prodotti petroliferi raffinati che segano un -9,3%, in linea con la recente crisi petrolifera mondiale.

http://www.repubblica.it/economia/2014/12/11/news/produzione_industriale_ottobre_2014-102613868/?rss

Advertisements